Contrattazione decentrata. Flessibilità per i lavoratori della Leonardo di Genova

Il crollo del ponte Morandi a Genova ha provocato non solo vittime e feriti ma segnato la vita economica.

Alla Leonardo (ex Finmeccanica) azienda storicamente ben insediata nella città di Genova, le parti sociali hanno reagito all'emergenza cercando di fornire risposte adeguate per salvaguardare la produttività e la attività aziendale congiuntamente con l'appesantimento della fatica delle persone nei tempi di
percorrenza casa-lavoro. Per la durata transitoria di 6 mesi le parti sono quindi intervenute tempestivamente in modifica agli accordi di gruppo esistenti in materia di flessibilità del lavoro e di smart working, con l'obiettivo di aumentare la platea di lavoratori coinvolgibile in questa nuove modalità organizzative e rendere maggiormente sostenibile l'impegno dei lavoratori in favore dei risultati aziendali. La contrattazione decentrata si ribadisce ancora una volta, se sa muoversi agilmente e in modo mirato, come uno strumento utile e pronto per governare sistemi aziendali e lavorativi complessi anche a fronte di gravi e pesanti emergenze.

Allegati:
Scarica questo file (Accordo Leonardo Genova.pdf)Accordo Leonardo Genova[ ]95 kB

Stampa