Fondo garanzia mutui prima casa: stanziate le risorse

Approvato l'aumento di 100 milioni di euro del Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa, gestito dalla Consap. "Il Fondo - informa Adiconsum - aveva esaurito le risorse a fine febbraio, impedendo a chi è privo delle garanzie chieste dagli istituti bancari, di poter accedere anche al Fondo dello Stato, che si è rivelato essere uno strumento estremamente prezioso in questi anni di attività". Chi può rivolgersi al Fondo? Tutti, anche se vengono privilegiate alcune categorie “prioritarie” come le giovani coppie; i nuclei familiari monogenitoriali con figli minori; i giovani titolari di un rapporto di lavoro atipico; gli affittuari di alloggi di proprietà degli enti di edilizia residenziale pubblica (ex Istituto Autonomo Case Popolari-IACP).
L’importo del mutuo non deve però superare i 250 mila euro, mentre il tasso applicato (TEG) non è superiore al Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’Economia. La garanzia offerta dallo Stato copre fino al 50% della quota capitale del mutuo ipotecario chiesto.

Adiconsum chiede al Governo l’apertura di un Tavolo di tutti gli stakeholder, comprese le Associazioni Consumatori, per omogeneizzare e aggiornare le regole, al fine di estendere l’accesso a tale opportunità a più cittadini: "Non basta, rifinanziare il Fondo, ma occorre superare il concetto delle categorie prioritarie ed integrare nel sistema di tutela dei mutui anche le recenti pattuizioni che permettono il blocco della restituzione del capitale con il solo pagamento degli interessi".

Stampa