Al via il Fondo Indennizzi Risparmiatori

"Buone notizie per i circa 200.000 risparmiatori che avevano acquistato azioni e obbligazioni subordinate dalle banche poste in liquidazione dal 16 novembre 2015 al 1° gennaio 2018, tra cui le 4 banche (Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti, CariFerrara), le banche venete (Banca Popolare di Vicenza, Veneto Banca) e le loro controllate Credito Cooperativo Padovano, Banca Brutia, Banca Popolare delle Province Calabre, Banca di Paceco, Credito Cooperativo interprovinciale Veneto). A seguito, infatti, della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 21 agosto scorso del Decreto attuativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal 22 agosto è possibile per i risparmiatori richiedere il rimborso di quanto dovuto al Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR), istituito presso la Consap, la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A.. L’ammontare degli indennizzi è pari al 30% del costo di acquisto originario per le azioni e del 95% per le obbligazioni. Il limite massimo di indennizzo ottenibile è di 100.000 euro, da cui verranno detratti eventuali importi già ricevuti. Il decreto prevede, inoltre, che, i risparmiatori in possesso di un patrimonio mobiliare di proprietà al 31 dicembre 2018, di valore inferiore a 100.000 euro, o con un ammontare del reddito complessivo del risparmiatore ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) inferiore a 35.000 euro nell'anno 2018, “sono soddisfatti con priorità a valere sulla dotazione del FIR” e in caso di importi non superiori ai 50.000 euro anche nell’erogazione degli indennizzi dovuti. La domanda dovrà essere inviata, previa registrazione, al portale dedicato fondoindennizzorisparmiatori.consap.it esclusivamente per via telematica con allegata la documentazione richiesta. La tempistica per l’invio della domanda è di 180 giorni. Adiconsum che ha seguito passo passo tutta l’annosa vicenda, invita i risparmiatori a rivolgersi presso le proprie sedi territoriali per ricevere informazioni e assistenza nell’approntamento e nell’invio della domanda".

Pubblicato su Pagina Servizi Cisl Avvenire

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa