Solo pagamenti tracciabili per detrarre le spese sostenute nel 2020

Tra le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020, sta facendo molto discutere la novità che obbliga i contribuenti a pagare con strumenti tracciabili tutte le spese sostenute a partire dal 1° gennaio che vorranno portare in detrazione con la dichiarazione dei redditi 2021. Questo obbligo non è previsto solo per l’acquisto dei farmaci e dei dispositivi medici e neppure per il pagamento delle spese mediche per prestazioni sanitarie eseguite presso strutture pubbliche o private accreditate al Servizio Sanitario Nazionale, mentre per tutte le altre spese detraibili è stato deciso lo STOP ai pagamenti in contanti a favore di bancomat, carte di credito/debito (anche prepagate) e moneta elettronica, bonifico bancario/postale, bollettino postale o assegni. Oltre ai documenti di spesa (fatture, ricevute fiscali) per lo meno fino a quando non si avranno informazioni più dettagliate e chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate, consigliamo di conservare anche copia delle ricevute del pagamento eseguito che certifichi che è stato fatto con metodi tracciabili.

Pubblicato su pagina servizi Avvenire

Stampa