Aumenti di luce e gas. Adiconsum: "Preoccupazione per le famiglie in povertà energetica"

L’entrata in vigore degli aumenti di luce e gas, rispettivamente del +6,5% e del +8,2% per il III trimestre 2018 (1° luglio-30 settembre) preoccupano perché, nel nostro Paese, il numero delle famiglie in povertà energetica (che non riescono cioè a pagare le bollette della luce e del gas, continuano ad aumentare: siamo a quota 5,5 milioni. Secondo Adiconsum, al di là delle motivazioni di questi aumenti, è necessario riformare la tariffa energetica nel suo complesso, a partire dagli oneri generali di sistema, che incidono, in media del 25%, sul costo totale dell’energia.

Per Adiconsum, obiettivo è contenere i costi delle famiglie a partire dagli oneri di sistema, eliminando quelli impropri che non hanno nulla a che vedere con il consumo effettivo di energia, spostandone una parte sulla fiscalità generale, operando dei bilanciamenti verso tutto ciò che sostiene le innovazioni, la ricerca, lo sviluppo, gli investimenti, l’occupazione. Più in generale, "riteniamo che la riforma del sistema elettrico italiano dovrebbe basarsi sui seguenti principi: risparmio ed efficienza energetica; sostenibilità (ambientale, economica, sociale); innovazione e ricerca verso rinnovabili di nuova generazione; accesso all’energia per tutti; tutela dei dati degli utenti energetici tramite il Sistema Informativo Integrato che deve rimanere in capo all’Acquirente Unico; garanzie di solvibilità delle aziende energetiche; comunicazione trasparente a cominciare da una bolletta leggibile e comprensibile e formazione/informazione per creare una cultura energetica ambientale e rendere i consumatori più informati e più consapevoli delle proprie scelte".

Adiconsum ha proposto una serie di misure per superare tale condizione: la semplificazione del meccanismo dei bonus sociali; la realizzazione di un Fondo sociale finanziato con le giacenze di fine anno della bolletta elettrica; l’utilizzo degli arrotondamenti dei centesimi in bolletta; la promozione dell’iniziativa Energia “sospesa” (chi può paga per chi è in difficoltà).

www.adiconsum.it)

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa