Formazione professionale, i corsi dello Ial a livello regionale

Più di 100 corsi su 8 profili professionali, di cui il 24% in modalità duale, rivolti a oltre 1.800 giovani allievi stanno partendo in aule e laboratori dello Ial Friuli Venezia Giulia per l’annualità 2018/2019. Capofila dell’associazione Effe.Pi, lo IALFVG ha recentemente avviato un nuovo percorso per “artigiani digitali”, capaci di programmare stampati 3d e schede Arduino ed investito sulla mobilità sostenibile, attraverso un corso per “meccanici del futuro” gestito nella logica dell’ “imparare facendo” ed orientato all’innovazione di competenze e tecnologie applicate.

In Emilia Romagna IAL realizzerà 26 percorsi biennali in 8 sedi accreditate per la Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), puntando in particolar modo sul settore della ristorazione, dove conta due importanti eccellenze: le Scuole di Cesenatico e Serramazzoni. Secondo il XV Monitoraggio sui percorsi IeFP realizzato da Inapp, con oltre 95mila iscritti il corso di operatore della ristorazione è quello preferito dai ragazzi italiani che scelgono il sistema di IeFP, seguito con 38.635 iscritti da quello di operatore del benessere.

In questo ambito opera da anni IAL Marche che, selezionato a livello nazionale come ente della Sperimentazione del Sistema Duale, dal 2017 ha avviato anche il percorso di qualifica triennale per "Operatore meccanico”, fortemente connotato dall’innovazione nelle metodologie e nella didattica, oltreché da una forte sinergia con le imprese del territorio.

Sono oltre 1200 i ragazzi che per l’anno formativo 2017/2018 partecipano invece ai percorsi IeFP dello IAL Lombardia, che nella sua sede di Cremona promuove il corso triennale per “Operatore grafico multimediale”, consentendo di sperimentare le competenze acquisite grazie ad esperienze lavorative diversificate (stage o alternanza scuola-lavoro).

Seppur dunque con modalità disomogenee, la rete IAL profonde impegno, speranze ed energie crescenti per il giovani del nostro paese: nel 2017 i percorsi di IeFP rappresentano il 61% dell’attività realizzata dalla rete IAL. Un investimento in linea con il trend italiano: nell’annualità 2016/2017 4 studenti su 10 hanno scelto, come prima opzione per proseguire gli studi, i percorsi di IeFP che, secondo INAPP si confermano anche un importante strumento di contrasto alla dispersione scolastica (il 55,6% degli iscritti proviene da precedenti percorsi scolastici).

Sistema fortemente inclusivo (sono 18.979 le persone con disabilità che hanno partecipato ai percorsi di IeFP nel 2015/16), ancorato ai contesti territoriali e produttivi, l’IeFP registra una forte presenza anche di studenti di origine straniera e si conferma strumento efficace per accompagnare i giovani verso il lavoro, con un apprendimento centrato sulla esperenzialità. Su questa sfida si gioca oggi la speranza di futuro del nostro paese. Una sfida a cui IAL partecipa con il proprio patrimonio di competenze, passione ed esperienze.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa